Depositaria della storia

In uno dei più bei monumenti medievali della città di Chanià, nell' imponente monastero cattolico dei monaci francescani (XVI secolo) si trova il Museo Archeologico di Chanià, nel quale sono raccolti reperti archeologici di diverse zone storiche della regione di Chanià: resti dell' insediamento minoico a Chanià, tra cui si distinguono, campioni delle scritture primitive, la scrittura lineare A e B, sopra tabelle di ceramica e resti di vasi, oltre all' eccezionale timbro di ceramica del " sovrano". Si nota la presenza dinamica di urne funerarie dipinte del periodo postminoico e di decine di vasi, con la bussola della tomba del periodo postminoico di Aptera. L' esposizione è molto ricca di oggetti delle diverse epoche storiche ( I secolo a.C.); si distinguono il gruppo dei tori votivi di Ziskianà, le statue greche e romane trovate nelle diverse zone archeologiche della regione

e i pavimenti a mosaico con rappresentazioni mitologiche dell' epoca romana..

Infine particolarmente importante è la raccolta romana ed ellenica di gioielli in oro trovati in diverse tombe della città oppure in vari santuari della regione.

In un' altra chiesa veneziana, la chiesa di San Salvatore dei Monaci Francescani (XV- XVII secolo) si trova la Collezione Bizantina e Postbizantina di Chanià. Si trovano resti di sculture architettoniche, epigrafi, affreschi murali, icone, monete, gioielli e ceramiche.

All' interno della fortezza di Firkà si trova il Museo Navale di Chanià, nel quale sono raccolti oggetti relativi alla storia navale e al mare, come mappe navali, stampe, strumenti navali, modelli di navi e una ricca raccolta di conchiglie. Una gran parte del museo comprende anche la raccolta dei ricordi della battaglia di Creta.

Un po' più distante, nella stessa fortezza si trovano la raccolta folcloristica dell' Associazione Storica del Folclore e della Società Archeologica di Creta con innumerevoli oggetti della vita agricola e urbana di Creta e una ricca biblioteca.

Nelle caserme italiane, accanto al giardino comunale, si trova Il Museo Bellico di Chanià, progetto dell' architetto Macuzio (1870).

Si tratta del secondo reparto del museo bellico di Atene. L' Archivio Storico di Creta fu fondato nel 1932 e si trova in via Sfakianaki 20. La sua biblioteca contiene più di 6.500 libri, molti manoscritti e archivi dei rivoluzionari cretesi dal 1821, archivio del regime cretese e di privati.

Si tratta del più ricco archivio dopo gli Archivi Generali dello stato. Si trova anchè una piccola raccolta di materiale folcloristico e storico.

La Pinacoteca Comunale, all' inizio di via Chalidon, ospita una parte della raccolta di opere d' arte selezionate dal comune negli anni passati.

Oltre a centro di esposizione si spera di renderla luogo per la protezione e la conservazione della cultura. La casa di Venizelo a Chalepa, è la casa dove visse la maggior parte dei suoi anni Elefterios Venizelios.

E' aperta al pubblico e funziona come museo di mobili e oggetti personali del grande etnarca.